Sei in » Cronaca
16/08/2016 | 19:03

Attesa per domani mattina l'autopsia sul corpo di Samuele Piro, il ragazzino di 15 anni che ha perso la vita dopo una brutta caduta sul Tagadà. Il Pubblico ministero Emilio Arnesano ha incaricato il medico legale Ermenegildo Colosimo di effettuare l'esame.


La giostra dell'incidente


Alezio. Mentre ad Alezio regna ancora dolore e incredulità, continuano le indagini per ricostruire che cosa è realmente accaduto in quei drammatici momenti prima della tragedia. Domani mattina, infatti, è attesa l’autopsia sul corpo di Samuele Piro, lo studente che ha perso la vita durante il giro su una giostra allestita per i festeggiamenti in onore della Madonna della Lizza. Il 15enne si trovava al centro del Tagadà quando è scivolato ed è andato a sbattere contro la balaustra di metallo.
 
L’esame – che sarà eseguito dal medico legale Ermenegildo Colosimo sulla salma del ragazzino al momento custodita presso la camera mortuaria dell’ospedale “Vito Fazzi” –  servirà a dare le prime risposte e, probabilmente, a capire che cosa abbia provocato la morte del 15enne. L’ipotesi, al momento, è che nell’impatto si sia fratturato una o più costole che l’osso nello spostamento gli abbia perforato un polmone.  
 
Samuele dopo la caduta si è rialzato, è sceso dalla giostra massaggiandosi il petto come raccontano alcuni testimoni. Poi ha perso conoscenza.  I primi a soccorrerlo sono stati gli amici che si trovavano con lui, ma quando l'ambulanza del 118 ha raggiunto il luna-park, i sanitari a bordo hanno capito subito la gravità della situazione. Il ragazzino è stato trasportato d’urgenza all’ospedale ‘Vito Fazzi’ di Lecce, dove è arrivato in codice rosso. Purtroppo non ce l’ha fatta, nonostante i medici abbiano fatto di tutto. Il suo cuore ha spesso di battere quando ormai era notte inoltrata.
 
Oltre all’autopsia sono in corso anche ulteriori accertamenti da parte dei carabinieri della stazione di Alezio, i primi a raggiungere la giostra pochi minuti dopo la tragedia che ha sconvolto l’intera comunità.




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |