Sei in » Attualità
19/03/2017 | 09:53

Non solo eventi e proposte di sviluppo alle Istituzioni locali,ma anche recupero dei beni culturali del loro paese, gli inarrestabili ragazzi di CAT Codici di Avviamento Territoriale si mettono nuovamente in gioco in nome dell'arte.


Il Crowdfunding per salvare il quadro del '700


Alezio. Quando i giovani si mettono in testa qualcosa è proverbialmente difficile fermarli, a maggior ragione se i loro piani riguardano il recupero del patrimonio artistico e culturale del loro territorio e se i loro progetti sono implementati attraverso le piattaforme online che consentono di  raccogliere fondi per finanziare una giusta causa.
 
È quello che sta succedendo nella ridente cittadina messapica dove sono tantissime le Associazioni aletine che, su invito dell’Amministrazione Comunale ed in particolare dell’Assessorato alla Cultura, hanno dichiarato di voler partecipare al restauro di un pregevolissimo quadro raffigurante la Madonna del Buon Consiglio e, mentre si delineano i calendari degli eventi i cui proventi saranno destinati a questo scopo, CAT Codici di avviamento Territoriale ha deciso di partire con il Crowdfunding Online.
 
L’opera d’arte che si intende salvare, risalente alla fine del 1700, è attribuita da alcuni studiosi alla mano del pittore gallipolino Michele Lenti e fa parte di un trittico di prestigiosi lavori commissionati dal Vescovo Giovanni Giuseppe Danisi, è attualmente l’unico dei tre dipinti a non essere stato ancora restaurato.
 
Leggiamo sulla Pagina Facebook dell’Associazione “Con CAT Codici di Avviamento Territoriale abbiamo deciso di impegnarci in questo Crowdfunding Online rivolgendo il nostro pensiero soprattutto agli aletini lontani che conservano un forte legame con la loro terra. Pensiamo, infatti, che sia giusto e doveroso dare anche ai nostri compaesani distanti la possibilità di partecipare alla tutela, alla conservazione ed al recupero della memoria storica aletina e del patrimonio culturale ed artistico della nostra piccola eppure splendida Città".
  
E ancora “Oltre a donare attraverso la piattaforma di Buonacausa.org  potete aiutarci a far conoscere  l’iniziativa a quanta più gente possibile condividendo su Facebook il link di questa raccolta online e pubblicando sulla pagina ufficiale di CAT Codici Avviamento Territoriale un vostro selfie con gli hashtag  #UnQuadroPerAlezio e #CodiciAvviamentoTerritoriale: tutte le vostre foto verranno raccolte in un album ed accompagnate da un grazie unico e speciale.”
 
Per effettuare le vostre donazioni avete tempo fino al 26 Aprile 2017, in questa  data Il quadro verrà infatti finalmente restituito al godimento del pubblico, nella maestosa cornice del Santuario Santa Maria della Lizza.
 
Ma perché il recupero di questo quadro è tanto importante? Lo abbiamo chiesto a Walter De Santis, Assessore alla Cultura del Comune di Alezio, che ha dichiarato “La restaurazione di questo quadro è fondamentale non solo perché è un olio su tela di pregevole fattura, fortemente voluto da un personaggio storico di spessore come il Vescovo Danisi, ma anche perché così si conclude un ciclo di recuperi artistici intrapreso nel 2010 con il San Lorenzo e con L’Assunzione . Restituire a nuova luce questi capolavori ci rammenta quanta importanza abbia avuto la nostra cittadina nel contesto della storia del Salento e percorrere questo viaggio nella memoria insieme alle Associazioni locali ci rende orgogliosi .”.  
 
Non ci resta che fare gli auguri ai promotori dell’iniziativa confidando nella sensibilità artistica e nella generosità di quanti vorranno partecipare alla raccolta fondi.




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |