10/12/2016 | 20:22

Volontari travestiti da Babbo Natale pronti a portare in paese la musica delle feste ma anche un momento di riflessione importante: tutti in strada per il reparto di Oncoematologia Pediatrica del Vito Fazzi.


La Band di Babbi Natale


Alezio. Solo una delle tante tappe del “Tour della Solidarietà” organizzato da La Band di Babbo Natale, associazione ormai attiva da undici anni che, con i suoi eventi natalizi, raccoglie fondi puntualmente devoluti all’Associazione Genitori Onco-Ematologia Pediatrica “Per un Sorriso in più”.

Se è vero che quando si parla di bambini ricoverati in un reparto oncologico le parole rischiano sempre di essere troppe, è altresì vero che non saranno mai troppe -invece- le iniziative volte a dare un aiuto concreto e La band di Babbo Natale può essere fiera del lavoro svolto in questi ultimi anni.

 L’instancabile operato di questo esercito di Babbi Natale ha significato, infatti, molto per l’ospedale Vito Fazzi di Lecce: ha reso possibile la realizzazione di un Reparto di Day Hospital, contribuito all’acquisto di macchinari e  dato sostegno alle famiglie dei piccoli degenti.

Una marcia all’insegna della fratellanza e dell’umanità, dunque, quella che domani, domenica 11 Dicembre, colorerà le strade della Città Messapica.  100 Babbi Natale, 30 Majorettes e 20 Elfi partiranno da Via San Pancrazio alle ore 18.30 e marceranno alla volta del  Largo Fiera (Piazzale antistante il Santuario Madonna della Lizza) dove ad attenderli ci sarà una grande festa natalizia, il cui inizio è previsto per le 18.00.

Un  imperdibile momento di comunione durante il quale i bambini potranno consegnare a Babbo Natale e  ai suoi aiutanti le proprie letterine, ma anche assistere allo spettacolo del Teatro dei Burattini.

Evento di beneficenza imperdibile alla cui riuscita, è bene ricordarlo, stanno contribuendo ben 21  Associazioni aletine, a conferma del fatto che Alezio è una città dal cuore grande. 

Per consultare il calendario dei prossimi eventi organizzati da La Band di Babbo Natale potete visitare la pagina Facebook ufficiale dell’Associazione.
 
di Armenia Cotardo




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |